FANDOM


colspan="3" style="background-color: Template:Artista musicale/selettore colori;" class="sinottico_testata"| Corpsefucking Art
colspan="3" style="height: 2px; background: Template:Artista musicale/selettore colori;" |
Paese d'origine Italia
(crea redirect al codice)
Genere Brutal death metal
Periodo di attività 1993-in attività
Etichetta Gorgeastic Records
Torture Records
Coagulated Records
Despise The Sun Records
Forever Underground Records
United Guttural Records
Criptic Soul Production
Album pubblicati 6
Studio 6

I Corpsefucking Art sono un gruppo brutal death metal italiano formatosi a Roma nel 1993 e considerati oggi "veterani del death metal vecchia maniera"[1].

Storia del gruppo Modifica

1993: da Enthralment a CorpsegodModifica

La band nasce a Roma nel 1993 sotto il nome di Enthralment autoproducendo con questo nome le cassette Eulogy Of Burning Christ (1994) e Rehearsal '94 che vedevano alla batteria il rapper Metal Carter[2], ed il 7" Accursed in Divinity, pubblicato nel 1994 dalla Cryptic Soul Production. Il loro primi lavori sono di genere brutal death metal, che verrà mantenuto anche per i demo successivi. In questo periodo la band cambia nome in Corpsegod e pubblica l'album Opinion about Sorrow (1996), per conto della Torture Records. L'album, viene paragonato a lavori di gruppi come Cannibal Corpse e Dying Fetus, ottenendo un discreto successo a livello locale.

1997: Corpsefucking ArtModifica

Negli anni successivi sorsero alcuni problemi all'interno del gruppo, dovuti a frequenti cambi di formazione. In questo modo però, la band si lega definitivamente e senza compromessi al brutal death metal cambiando definitivamente nome nell'attuale Corpsefucking Art. Nel 1999 uscì il primo EP album dal titolo A Puzzle of Flesh per la Sterminio Productions a cui seguì lo split Zombiecronomicon, che li vedeva condividere il CD con i Goretrade per la ferrarese Coagulated Records.

Negli anni successivi ci furono poi i primi contatti con gli Stati Uniti, che portarono i Corpsefucking Art a pubblicare il loro primo album Splatter Deluxe (2003) per la Forever Underground di Hobart, nell'Indiana.

Nel 2005 passarono alla newyorkese Goregiastic Records per dare alle stampe War of the Toilet Gear e nel 2008 pubblicarono Zombiefuck per la Sevared Records di Rochester (New York).

Nel 2014 sempre per la Sevared Records i Corpsefucking Art pubblicarono Quel cimitero accanto alla villa, ispirandosi per il nome al B-movie Quella villa accanto al cimitero di Lucio Fulci. Il disco vede poi un rallentamento delle ritmiche, risultando così nel complesso meno legato a sonorità brutal rispetto ai due album precedenti[1]. Il disco vide poi dei rilevanti cambi di formazione, con Claudio Carmenini dei Rabid Dogs che sostituì il precedente Paolo Chiti, ed Eddie Vagenius dei Southern Drinkstruction alla batteria al posto di Raphael Saimi. Alla seconda chitarra invece c'era Mario Di Giambattista dei Vulvectomy[2].

Formazione Modifica

Attuale
  • Francesco Basthard Moretti – voce
  • Andrea Cipolla – chitarra
  • Mario Di Giambattista – chitarra
  • Marco De Ritis – basso
  • Andrea Eddie Vagenius – batteria
Ex-componenti
  • Fabio Bava – voce
  • Jack Limone – voce
  • John – voce
  • Max "Tony Ananas" Varani – voce
  • Paolo Chiti – voce
  • Claudio "Blade" Carmenini – voce
  • Genobile – Canto|voce
  • Massimo – chitarra
  • Marco Riccardi – chitarra
  • Marco Aromatario – chitarra
  • Edo – basso
  • Andrea – basso
  • Andrea Pro – batteria
  • Stuart Franzoni – batteria
  • Dave – batteria
  • Marcello – batteria
  • Roberto Pietrangeli – batteria
  • Marcos Depas – batteria
  • Raphael Saini – batteria

Discografia Modifica

Album in studio Modifica

EP e Singoli Modifica

NoteModifica

  1. 1,0 1,1 "Quel Cimitero Accanto Alla Villa" (recensione) di Edoardo De Nardi su Metal Italia
  2. 2,0 2,1 "Quel Cimitero Accanto Alla Villa" (recensione) di Daniele Zennaro su The New Noise

Collegamenti esterni Modifica

Template:Portale